Vlahovic-Lukaku, il confronto: gol, assist, infortuni. Dati e esigenze Juve

Lo scambio tra il serbo e il belga divide la tifoseria: le statistiche dei due bomber nella stagione 2022-23 possono aiutare a comprendere le idee della dirigenza bianconera

In un mercato che, ad eccezione di Weah, della conferma di Milik e qualche calciatore rientrato dal prestito, come McKennie, Rovella e Cambiaso, non ha regalato altre novità nella rosa a disposizione di Massimiliano Allegri, è il possibile scambio con il Chelsea tra Romelu Lukaku e Dusan Vlahovic - con conguaglio da definire a favore della Juventus - a monopolizzare le cronache sportive estive bianconere.

Vlahovic-Lukaku, il pensiero dei tifosi della Juve

I tifosi sui social si mostrano piuttosto scettici sulla bontà dell'operazione, quantomeno da un punto di vista tecnico, oltre che anagrafico, essendo Vlahovic di quasi sette anni più giovane. Diversa, però, è la questione in ottica bilancio: oltre al già citato conguaglio a favore della Juventus (che balla tra i circa 20 milioni offerti dal Chelsea e i 40 richiesti dai bianconeri), il club torinese potrebbe trarre giovamento anche 'a lungo respiro'. I 13 milioni a stagione percepiti da Lukaku sarebbero infatti in parte coperti dal Decreto Crescita, cosa che invece non avverrebbe mantenendo il serbo in rosa.

Lukaku senza maglia al Chelsea e la numero 9 dei Blues resta libera...

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Vlahovic-Lukaku, le statistiche 2022-23 a confronto

Mettendo da parte le ragioni economico-finanziarie e tornando a parlare di 'campo', proviamo a far chiarezza analizzando le statistiche dettagliate dei due bomber, entrambi reduci da una stagione tutt'altro che indimenticabile. I numeri, a prima vista, sembrano sostanzialmente simili. Vlahovic, con la maglia della Juventus, nel 2022-23 ha collezionato 42 presenze fra tutte le competizioni, condite da 2 assist, altrettanti penalty guadagnati e 14 gol, vale a dire uno ogni 210 dei 2.495' giocati. Lukaku, con la maglia dell'Inter, ha invece raccolto 37 gettoni, con 6 passaggi vincenti, un rigore procurato e lo stesso numero di reti, una ogni 142' disputati (su un totale di 1.988').

Se il centravanti di proprietà del Chelsea 'vince al fotofinish' questo particolare raffronto, spunti di riflessione sono offerti dalla cronologia degli infortuni, con 92 giorni fermo ai box ma ben 18 partite saltate (più 6 con la nazionale belga). L'ex Fiorentina, invece, ha sì trascorso in infermeria 4 giorni in più, ma ha dato forfait in 'soli' 13 incontri (cui si aggiungono i 7 con la selezione serba).

"Lukaku-Vlahovic? Non da Giuntoli, potrebbe essere mossa di disturbo"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lukaku-Vlahovic, come cambierebbe il gioco della Juve

Il passaggio da Vlahovic a Lukaku al centro dell'attacco cambierebbe completamente la fisionomia del reparto della Juventus. Ulteriori statistiche, raccolte dalla Lega Serie A e relative esclusivamente al massimo campionato italiano, forniscono un quadro dettagliato sulle 'abitudini' in campo dei due calciatori. La prima, che balza immediatamente all'occhio, è quella sui falli subiti: il serbo, infatti, ha guadagnato 26 calci di punizione, spesso sulla trequarti e spalle alla porta, mentre il belga - di ben altra stazza fisica - appena 6.

Il bomber di origine congolese, però, sembra più avvezzo rispetto al collega nel dialogare con i compagni, con soltanto 28 palle perse e ben 26 passaggi-chiave contro i - rispettivamente - 37 e 19 del classe 2000. Se il numero dei tiri in porta è stato lo stesso per entrambi (22), c'è distanza riguardo le conclusioni che non hanno centrato lo specchio: 31 per Vlahovic, 10 in meno per Lukaku. Il dato sui fuorigioco, invece, spiega 'l'indole contropiedista' dell'ex Fiorentina, pizzicato in offside 22 volte contro le 13 del centravanti scuola Anderlecht. Dulcis in fundo, l'aspetto (s)fortuna: 3 i legni colpiti dallo juventino, 2 quelli dall'attaccante di proprietà del Chelsea con la maglia dell'Inter.

Moratti, Lukaku, l'Inter e la Juve: "Mi ha deluso. Uno così meglio..."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

In un mercato che, ad eccezione di Weah, della conferma di Milik e qualche calciatore rientrato dal prestito, come McKennie, Rovella e Cambiaso, non ha regalato altre novità nella rosa a disposizione di Massimiliano Allegri, è il possibile scambio con il Chelsea tra Romelu Lukaku e Dusan Vlahovic - con conguaglio da definire a favore della Juventus - a monopolizzare le cronache sportive estive bianconere.

Vlahovic-Lukaku, il pensiero dei tifosi della Juve

I tifosi sui social si mostrano piuttosto scettici sulla bontà dell'operazione, quantomeno da un punto di vista tecnico, oltre che anagrafico, essendo Vlahovic di quasi sette anni più giovane. Diversa, però, è la questione in ottica bilancio: oltre al già citato conguaglio a favore della Juventus (che balla tra i circa 20 milioni offerti dal Chelsea e i 40 richiesti dai bianconeri), il club torinese potrebbe trarre giovamento anche 'a lungo respiro'. I 13 milioni a stagione percepiti da Lukaku sarebbero infatti in parte coperti dal Decreto Crescita, cosa che invece non avverrebbe mantenendo il serbo in rosa.

Lukaku senza maglia al Chelsea e la numero 9 dei Blues resta libera...

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Loading...
1
Vlahovic-Lukaku, il confronto: gol, assist, infortuni. Dati e esigenze Juve
2
Vlahovic-Lukaku, le statistiche 2022-23 a confronto
3
Lukaku-Vlahovic, come cambierebbe il gioco della Juve