Superlega alleata dell'Inter? Vi spieghiamo perché. E Zhang cerca soldi...

Bilanci in profondo rosso e gli oltre trecento milioni da restituire entro cinque mesi: quali possono essere le strategie della proprietà cinese e perché la Superleague aiuta
Superlega alleata dell'Inter? Vi spieghiamo perché. E Zhang cerca soldi...

Dalla mossa scudetto alla mossa salvezza, i due tavoli dell'Inter di Zhang. Sul campo in vetta al campionato e con in testa la seconda stella, fuori dal campo alla disperata ricerca di un modo per riuscire a non perdere il controllo del club nerazzurro e a restituire in qualche maniera le centinaia di milioni di euro che il fondo Oaktree ha prestato al figlio del magnate di Suning - duecentocinquanta in partenza, lievitati a quasi quattrocento - e dei quali pretende la restituzione entro pochi mesi. Non siamo ai libri in tribunale ma il quadro è molto complesso e sposta inevitabilmente sullo sfondo il percorso virtuoso sportivo che il club, Marotta in primis, ha costruito in questi anni con un eccellente lavoro dirigenziale.

Delle casse del club piene di debiti ormai parlano tutti i principali media internazionali, sportivi e non (qui ad esempio l'analisi di The Athletic sulla condizione sportivo-finanziaria della società e qui quella del seguitissimo blog del commercialista e revisore contabile Luca Marotta sul bilancio appena chiuso). A queste voci si va ad aggiungere anche il prestigioso quotidiano finanziario italiano de Il Sole 24 ore, che fa il punto sulle casse nerazzurre: una situazione complicata e un gioco d'azzardo inevitabile, con mani da giocare in fretta e scelte strategiche da effettuare dovendo battere anche il tempo. E sullo sfondo, una Superlega che inizia a spuntare all'orizzonte...

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Il paragone del Sole è innanzitutto temporale: a maggio finisce il campionato e scade anche il tempo per onorare il maxi debito contratto dall'attuale proprietà dell'Inter con il moloch finanziario a stelle e strisce: 275 milioni prestati nel 2021, lievitati a oltre 350 in soli due anni per effetto degli enormi tassi d'interesse praticati per riuscire a ottenere quella cifra. E, sempre secondo quanto si legge sul quotidiano, Zhang punterebbe a rifinanziare il prestito scartando ogni possibile idea di cessione della società. Ma come fare?

Zhang non lascia l'Inter. Anzi, raddoppia...il debito

Suning continua a muoversi dietro le quinte, e la mossa definitiva arriverà sicuramente nei prossimi mesi, secondo quanto trapela da fonti e insider finanziari vicini al mercato cinese. Quello che continua a essere ribadito in via ufficiosa è che l'Inter non è in vendita, non ci sono trattative concrete né super offerte da far saltare il banco cinese. Che ha una banca di fiducia che potrebbe diventare l'elemento chiave di questa vicenda: la Goldman Sachs, alla quale Zhang senior potrebbe ricorrere - e un'apertura di fondo ci sarebbe già - per coprire il debito con la "Quercia" made in usa e strutturarne uno nuovo, sicuramente ancora più pesante ma determinante per mantenere ancora per un po' il controllo della Beneamata. Magari in attesa di far partire ufficialmente lo stadio e quindi aumentarne il valore...

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rifinanziamento per evitare la fine del Milan

Insomma, la strada per il Suning dell'avvenire sarebbe quella del rifinanziamento, che però non è che sia proprio semplice da costruire, tra nuove garanzie da fornire e tempi stretti che non aiutano le trattative e le discussioni. Nel frattempo ovviamente Oaktree non resta ferma, continua il Sole, e inizia a parlare con potenziali acquirenti se l'insolvenza degli Zhang dovesse essere confermata a maggio. Accadde una cosa simile anche col Milan, con Elliott che subentrò a Yonghong Li, ma nel caso nerazzurro il fondo, diventato azionista di maggioranza, non avrebbe alcuna intenzione di gestire il club ma solo di guadagnarci sopra.

L'effetto Superlega sui mercato

Ci sono alcuni segnali del mercato che potrebbero favorire di questa strategia cinese: i tassi di interesse, decollati in questi anni, destinati a scendere grazie ai tagli delle banche centrali dopo aver toccato il picco - ma attenzione, si parlava di questa discesa anche un anno e sei mesi fa, e i tassi hanno continuato a crescere - e l'impatto della sentenza della Corte UE, che ha sancito il diritto a esistere della Superlega a scapito del monopolio Uefa (che mastica amaro e chiede addirittura di modificare un comunicato stampa...). L'idea di una competizione nuova che porti fondi maggiori nelle casse dei club ha stuzzicato i mercati e fatto crescere le valutazioni riguardante il valore dei principali club calcistici europei, Inter compresa, nonostante le dichiarazioni di estraneità al progetto di alcuni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Dalla mossa scudetto alla mossa salvezza, i due tavoli dell'Inter di Zhang. Sul campo in vetta al campionato e con in testa la seconda stella, fuori dal campo alla disperata ricerca di un modo per riuscire a non perdere il controllo del club nerazzurro e a restituire in qualche maniera le centinaia di milioni di euro che il fondo Oaktree ha prestato al figlio del magnate di Suning - duecentocinquanta in partenza, lievitati a quasi quattrocento - e dei quali pretende la restituzione entro pochi mesi. Non siamo ai libri in tribunale ma il quadro è molto complesso e sposta inevitabilmente sullo sfondo il percorso virtuoso sportivo che il club, Marotta in primis, ha costruito in questi anni con un eccellente lavoro dirigenziale.

Delle casse del club piene di debiti ormai parlano tutti i principali media internazionali, sportivi e non (qui ad esempio l'analisi di The Athletic sulla condizione sportivo-finanziaria della società e qui quella del seguitissimo blog del commercialista e revisore contabile Luca Marotta sul bilancio appena chiuso). A queste voci si va ad aggiungere anche il prestigioso quotidiano finanziario italiano de Il Sole 24 ore, che fa il punto sulle casse nerazzurre: una situazione complicata e un gioco d'azzardo inevitabile, con mani da giocare in fretta e scelte strategiche da effettuare dovendo battere anche il tempo. E sullo sfondo, una Superlega che inizia a spuntare all'orizzonte...

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Loading...
1
Superlega alleata dell'Inter? Vi spieghiamo perché. E Zhang cerca soldi...
2
Zhang non lascia l'Inter. Anzi, raddoppia...il debito
3
Rifinanziamento per evitare la fine del Milan

Inter, i migliori video