Centrocampo Juventus, chi parte e chi resta: incognite e certezze FOTO

Il club bianconero crede in Pogba ma si deve tutelare. La Champions indispensabile per convincere Rabiot. E Rovella torna
Centrocampo Juventus, chi parte e chi resta: incognite e certezze FOTO

Uomo chiave del centrocampo della Juventus sul campo, Adrien Rabiot lo sarà anche sul mercato. Il suo rinnovo o il suo addio incideranno tanto sulle strategie relative al reparto mediano, che per il resto potrebbe non cambiare molto, come vediamo. Locatelli Sempre più leader e sempre più calato nella parte di mediano di qualità, capace di contrastare e di impostare, l’ex Sassuolo fresco di riscatto resterà di sicuro alla Juve. Tifoso bianconero fin da bambino, poco più di un anno fa ha voluto a tutti i costi la Juve. Juve che è soddisfattissima di lui, come Allegri. Dovrebbe arrivare un’offerta incredibile e oggi imprevedibile, per modificare questo stato di cose.

Pogba

La nota dolente della stagione. Nel vero senso della parola, visto che il dolore degli infortuni è stato la costante dell’annata di Pogba, in campo per appena 35 minuti. Pur rammaricata, infastidita a suo tempo dalla decisione di non operarsi e con qualche incertezza, la società è convinta che l’investimento da 10,5 milioni lordi all’anno renderà nella prossima stagione e il giocatore per dimostrarlo è pronto a restare anche senza coppe. Intanto potrebbe dare una mano nelle coppe di quest’anno: ai box per un problema all’adduttore destro, dovrebbe essere disponibile per l’andata dei quarti di Europa League con lo Sporting del 13 aprile, se non per quella della semifinale di Coppa Italia con l’Inter del 4.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rabiot

«Alla Juve sto bene: potrei andare via e potrei rinnovare», ha dichiarato Adrien Rabiot a Tuttosport pochi giorni fa. Un fattore molto importante saranno le prospettive europee. Una Juve che giocasse la Champions nella prossima stagione avrebbe l’appeal necessario a invogliare Rabiot a restare e le risorse economiche per convincerlo. Sempre che al francese non arrivino offerte fuori portata dai grandi club di Premier. Addio pressoché certo, invece, se dovesse prospettarsi una stagione senza Champions o addirittura senza Europa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fagioli

Per lui, e come vedremo anche per Miretti, vale lo stesso discorso fatto per Locatelli. Juventino fino al midollo anche Fagioli, dopo un avvio di stagione complicato si è conquistato un posto da titolare e continua a crescere. È il futuro del centrocampo. Paredes Futuro che invece alla Juve non c’è per Leandro Paredes. L’argentino ha deluso le attese ed è ormai l’ultimo centrocampista nelle gerarchie bianconere. Considerato l’ingaggio da 7 milioni, dovrebbe giocare due mesi da Pirlo per cambiare le cose.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Miretti

È il più giovane del trio di centrocampo al 100% italiano e juventino. Aveva convinto Allegri già nella scorsa stagione e, pur con qualche fisiologico alto e basso, si sta confermando in questa. Ci sarà anche nella prossima.

Barrenechea

Ultimo arrivato, promosso in pianta stabile dalla Next Gen dopo il derby di ritorno in cui Allegri lo ha preferito a Paredes, come accaduto anche contro la Sampdoria. Testimonianze importanti della stima del tecnico, ma non garanzie di permanenza nella prossima stagione: niente addii, ma Barrenechea potrebbe andare in prestito in Serie A per giocare con continuità, come ha fatto Rovella quest’anno. i prestiti che tornano Il ventunenne del Monza tra i centrocampisti che rientreranno dai prestiti è quello con le più alte possibilità di restare, prendendo il posto di Paredes. Più probabile un nuovo prestito per Ranocchia (o il riscatto da parte del Monza), mentre sarà sicuramente cercata un’altra soluzione temporanea per Arthur, di ritorno dal Liverpool e Zakaria (anche se nel suo caso qualche possibilità che il Chelsea eserciti il riscatto c’è).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Uomo chiave del centrocampo della Juventus sul campo, Adrien Rabiot lo sarà anche sul mercato. Il suo rinnovo o il suo addio incideranno tanto sulle strategie relative al reparto mediano, che per il resto potrebbe non cambiare molto, come vediamo. Locatelli Sempre più leader e sempre più calato nella parte di mediano di qualità, capace di contrastare e di impostare, l’ex Sassuolo fresco di riscatto resterà di sicuro alla Juve. Tifoso bianconero fin da bambino, poco più di un anno fa ha voluto a tutti i costi la Juve. Juve che è soddisfattissima di lui, come Allegri. Dovrebbe arrivare un’offerta incredibile e oggi imprevedibile, per modificare questo stato di cose.

Pogba

La nota dolente della stagione. Nel vero senso della parola, visto che il dolore degli infortuni è stato la costante dell’annata di Pogba, in campo per appena 35 minuti. Pur rammaricata, infastidita a suo tempo dalla decisione di non operarsi e con qualche incertezza, la società è convinta che l’investimento da 10,5 milioni lordi all’anno renderà nella prossima stagione e il giocatore per dimostrarlo è pronto a restare anche senza coppe. Intanto potrebbe dare una mano nelle coppe di quest’anno: ai box per un problema all’adduttore destro, dovrebbe essere disponibile per l’andata dei quarti di Europa League con lo Sporting del 13 aprile, se non per quella della semifinale di Coppa Italia con l’Inter del 4.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Loading...
1
Centrocampo Juventus, chi parte e chi resta: incognite e certezze FOTO
2
Rabiot
3
Fagioli
4
Miretti

Juve, i migliori video