Inter-Milan derby Champions: Leao speranza Pioli, Inzaghi vede Istanbul

Dopo il 2-0 per i nerazzurri all'andata, il Meazza è nuovamente teatro della stracittadina: in palio c'è la finale dell'ex Coppa dei Campioni

MILANO - Tutto in una notte, l'una per tornare a giocarsi la Champions League tredici anni dopo l'ultimo storico trionfo, l'altra addirittura da sedici. Inter e Milan si affronteranno martedì sera nella semifinale di ritorno dell'ex Coppa dei Campioni (diretta dall'arbitro francese Turpin) ripartendo dal 2-0 in favore dei nerazzurri maturato all'andata grazie al micidiale uno-due firmato in avvio da Dzeko e Mkhitaryan. Pioli potrebbe ritrovare Leao, il grande assente del 'primo round', Inzaghi - forte delle due reti di vantaggio e già all'ultimo atto di Coppa Italia, con una Supercoppa in bacheca - si propone come 'uomo delle finali'.

Inter-Milan, la conferenza stampa di Inzaghi

Inter-Milan, la conferenza stampa di Acerbi

Inzaghi: "L'arbitro francese non è un problema" (VIDEO)

Champions, il percorso dell'Inter fino al derby col Milan

Il sogno Istanbul è lì, a un passo, si intravede. E dire che in pochi avrebbero scommesso su un percorso così straordinario dell'Inter in Champions League. Simone Inzaghi, "il Re di Coppa", non era stato fortunatissimo nel sorteggio della fase a gironi, quando l'urna di Nyon aveva decretato: Inter, Barcellona, Bayern Monaco e Viktoria Plzen. Eppure, passo dopo passo, Lautaro e compagni hanno firmato un vero e proprio capolavoro piazzandosi alle spalle dei bavaresi ed eliminando i catalani, freschi campioni di Spagna. La svolta proprio nel match del Meazza contro la squadra di Xavi decisa da una rete di Calhanoglu. Lo spettacolare 3-3 nel ritorno al Camp Nou, poi, in qualche modo certifica la caratura europea raggiunta dai nerazzurri e il passaggio del turno acquisito grazie al netto 4-0 in casa contro il Viktoria Plzen.

Inzaghi elogia Lukaku: "Nell'ultimo mese è arrivato nel migliore dei modi" (VIDEO)

Inzaghi: "Calhanoglu regista un'intuizione" (VIDEO)

Acerbi: "Se non passi domani diventa una stagione di m***a" (VIDEO)

Prima il Porto, poi il Benfica: l'Inter sogna Istanbul

Poi è stata la volta del Porto, piegato nel primo round dalla rete di Lukaku nel finale, protetto poi con le unghie e con i denti al ritorno. Ancora trasferta portoghese ai quarti, c'è quel Benfica che ha fatto fuori la Juventus nei gironi e si è piazzato davanti allo stellare Psg. La squadra di Schmidt, però, non gira più a pieno ritmo e Barella e Lukaku (su rigore) ne approfittano per indirizzare la qualificazione già nei primi 90'. Il secondo round al Meazza è poco più di una formalità: 3-3 finale che vale la doppia sfida contro il Milan, nel replay dell'euroderby di 20 anni fa che dalle parti di Appiano Gentile genera ricordi poco felici. L'Inter arriva alla partita probabilmente nel miglior momento della propria stagione e nel giro di 3', tra l'ottavo e l'undicesimo, colpisce il Diavolo con Dzeko e Mkhitaryan. Poco dopo Calhanoglu centra il palo. Nella ripresa arriva anche il legno di Tonali e una ghiottissima occasione per Dzeko. La squadra di Simone Inzaghi porta così a casa il primo tempo della doppia sfida, ma resta ancora tutto aperto. La sfida di martedì, calcio d'inizio alle 21, decreterà chi strapperà il primo pass per la finale del 10 giugno a Istanbul.

Acerbi: "Rivincita sul Milan? Non mi interessa" (VIDEO)

Inter-Milan: Lukaku al top, l'arma di riserva di Inzaghi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Champions, il percorso del Milan fino al derby con l'Inter

Chelsea, Salisburgo e Dinamo Zagabria, queste le avversarie affrontate durante la fase a gironi della Champions League, alla quale il Milan ha partecipato da testa di serie in quanto Campione d'Italia in carica. Con tre vittorie, un pareggio e due sconfitte - entrambe con i Blues - i ragazzi di Pioli volano agli ottavi, dove basta il gol di Brahim Diaz all'andata per eliminare il Tottenham di Antonio Conte nel doppio confronto. Un altro derby italiano, poi, ha fatto da apripista alla stracittadina meneghina in programma in semifinale: è il quarto con il Napoli, deciso dalla rete di Bennacer nei primi 90', che ha vanificato l'uno-due Giroud-Osimhen al Maradona.

Milan, Pioli punta su Leao: missione rimonta con l'Inter in Champions

Il fattore Leao, l'ago della bilancia nel complesso momento del Milan, chiamato ad una vera e propria impresa. La sensazione è che i rossoneri stiano pagando oltremodo le energie spese nella prima parte di stagione. Un indizio in tal senso sono i recenti, deludenti risultati in campionato: appena tre vittorie nelle ultime undici, un filotto culminato con il ko a La Spezia, cui aggiungere quello nell''Euroderby'. L'Inter, invece, che ha dominato i rossoneri in Supercoppa, fresca di accesso all'ultimo atto della Coppa Italia a scapito della Juventus e - cosa affatto banale - forte di due gol di vantaggio nella semifinale di ritorno di Champions, sembra vivere un periodo di particolare brillantezza atletica. Per questo si torna al fattore Leao, la scheggia impazzita nello scacchiere tattico di Pioli: le sue accelerazioni e i suoi strappi sono l'arma principale per impensierire la retroguardia nerazzurra che - tra tutte le competizioni - ha incassato solamente tre reti negli ultimi sette incontri.

A tutto Leao: Milan, Portogallo, il sogno Champions e la Premier League

Il Milan spera nel vero Leao per la rimonta in Champions League

Tonali: "Domani in campo per cambiare la nostra stagione" (VIDEO)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

MILANO - Tutto in una notte, l'una per tornare a giocarsi la Champions League tredici anni dopo l'ultimo storico trionfo, l'altra addirittura da sedici. Inter e Milan si affronteranno martedì sera nella semifinale di ritorno dell'ex Coppa dei Campioni (diretta dall'arbitro francese Turpin) ripartendo dal 2-0 in favore dei nerazzurri maturato all'andata grazie al micidiale uno-due firmato in avvio da Dzeko e Mkhitaryan. Pioli potrebbe ritrovare Leao, il grande assente del 'primo round', Inzaghi - forte delle due reti di vantaggio e già all'ultimo atto di Coppa Italia, con una Supercoppa in bacheca - si propone come 'uomo delle finali'.

Inter-Milan, la conferenza stampa di Inzaghi

Inter-Milan, la conferenza stampa di Acerbi

Inzaghi: "L'arbitro francese non è un problema" (VIDEO)

Champions, il percorso dell'Inter fino al derby col Milan

Il sogno Istanbul è lì, a un passo, si intravede. E dire che in pochi avrebbero scommesso su un percorso così straordinario dell'Inter in Champions League. Simone Inzaghi, "il Re di Coppa", non era stato fortunatissimo nel sorteggio della fase a gironi, quando l'urna di Nyon aveva decretato: Inter, Barcellona, Bayern Monaco e Viktoria Plzen. Eppure, passo dopo passo, Lautaro e compagni hanno firmato un vero e proprio capolavoro piazzandosi alle spalle dei bavaresi ed eliminando i catalani, freschi campioni di Spagna. La svolta proprio nel match del Meazza contro la squadra di Xavi decisa da una rete di Calhanoglu. Lo spettacolare 3-3 nel ritorno al Camp Nou, poi, in qualche modo certifica la caratura europea raggiunta dai nerazzurri e il passaggio del turno acquisito grazie al netto 4-0 in casa contro il Viktoria Plzen.

Inzaghi elogia Lukaku: "Nell'ultimo mese è arrivato nel migliore dei modi" (VIDEO)

Inzaghi: "Calhanoglu regista un'intuizione" (VIDEO)

Acerbi: "Se non passi domani diventa una stagione di m***a" (VIDEO)

Prima il Porto, poi il Benfica: l'Inter sogna Istanbul

Poi è stata la volta del Porto, piegato nel primo round dalla rete di Lukaku nel finale, protetto poi con le unghie e con i denti al ritorno. Ancora trasferta portoghese ai quarti, c'è quel Benfica che ha fatto fuori la Juventus nei gironi e si è piazzato davanti allo stellare Psg. La squadra di Schmidt, però, non gira più a pieno ritmo e Barella e Lukaku (su rigore) ne approfittano per indirizzare la qualificazione già nei primi 90'. Il secondo round al Meazza è poco più di una formalità: 3-3 finale che vale la doppia sfida contro il Milan, nel replay dell'euroderby di 20 anni fa che dalle parti di Appiano Gentile genera ricordi poco felici. L'Inter arriva alla partita probabilmente nel miglior momento della propria stagione e nel giro di 3', tra l'ottavo e l'undicesimo, colpisce il Diavolo con Dzeko e Mkhitaryan. Poco dopo Calhanoglu centra il palo. Nella ripresa arriva anche il legno di Tonali e una ghiottissima occasione per Dzeko. La squadra di Simone Inzaghi porta così a casa il primo tempo della doppia sfida, ma resta ancora tutto aperto. La sfida di martedì, calcio d'inizio alle 21, decreterà chi strapperà il primo pass per la finale del 10 giugno a Istanbul.

Acerbi: "Rivincita sul Milan? Non mi interessa" (VIDEO)

Inter-Milan: Lukaku al top, l'arma di riserva di Inzaghi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Loading...
1
Inter-Milan derby Champions: Leao speranza Pioli, Inzaghi vede Istanbul
2
Champions, il percorso del Milan fino al derby con l'Inter